Google


                                  
Via L. Ballerini 30  

    50051 Castelfiorentino FI

www.fiat500valdelsa.it

www.fiat500valdelsa.jimdo.com

info@fiat500valdelsa.it

 P.I. 05692440489

Poesie dedicate alla 500

La passione che ci unisce

di Antonio Bartolini: fiduciario Club Italia

Venendo quì a Garlenda mi son detto stavolta mi diverto in cinqucento volevo accellerar vincendo il vento ma fermo mi trovai in un viadotto

Giovanni, i'mi meccanico fidato c'aveva preparato i mì Cinquino d'un tratto l'ho bloccato da vicino, seguiva me al Meeting invitato.

Diagnosi perfetta: è un prigioniero! I coperchio toglie delle punterie. ..."accidenti alle tù scorrerie"... Gira la chiave e noto il volto nero.

Finito l'intervento a cuore aperto, Giovanni mi fà cenno di partire. Ho voglia di urlare a non finire ma sto tranquillo e lascio il tempo perso.

In mezz'ora ntravediamo Grlenda "Benvenuti al Meeting Cinquecento", leggendo lo striscione verso il centro; or siamo qui e felice è la faccenda.

Saluti, baci, abbracci a tutto il mondo, facciamo l'iscrizione al Museo e usciamo zig-zagando dal rodeo portando la cinquecento laggiù in fondo.

La Capannina e Le Caravelle ci fanno da cornice del gran raduno ma quello che fa vanto ad ognuno serbare tanto amore per le belle.

Domenico ,Romano e la Stefania insieme alla Elena e Daniela ravvivano passione e sempre quella di questo Club Italia Fan mania.

C'e la Silvia, Fernando e con Gino, Yannulis,Scarpa; e con lor Danilo. Siamo al top di questo bel convivio e vorrei che tu fossi qui vicino.

Caro Dante, sia grazie a te; ormai c'hai irradiato la grande passione di ritrovarci ad ogni stagione con tanti amici che quaggiù vedrai

              Eccola! E' lei...Con il suo sguardo tondo...

Con il suo sorriso che fa' impazzire il mondo!

La vocina roca...E l'andatura toca...

Che quando passa, attira...

Chiunque si gira!

Nei raduni ...Passeggiate...

Sulle cime innevate...

Dentro al caos della citta',

lesta lesta se ne va'!

E' sempre la migliore...

Pure quella del vicino...

Per questo nel mio cuore..

Ci sara' sempre il cinquinooo!

Alcune poesie scritte da Rossi Mara

La cinquecento

                                                                                   
                                          C’era una volta
                                     ma per fortuna ancora c’e’
                                          la macchina del re
                                     ma anche del contadino
                                        e pure del ciabattino
                             lei piace proprio a tutti quanti
                                        a giovani coppie
                                       e a segreti amanti
                              che la trattano coi guanti
                                   ad anziani col cappello
                                     ai bambini nel girello
                                ai giovanotti spensierati
                                     che la guidano beati
                        e anche a donne di una certa eta’
                             che viaggiano con serieta’
                          quando passa lei e’ ammirata
                            e talvolta anche invidiata
                               sprizza sempre simpatia
                             e la tristezza scaccia via
                               lei e’ la mitica cinquina
                        che romba forte ogni mattina


        Rossi Mara
        Granaglione (BO)

La bella cinquecento

 
                                    Con la neve e con il vento
                            tu sei sempre un gran portento
             perche’ con furore ci porti sempre a destinazione

                                  il rombare del tuo motore
                               fa palpitare di gioia il cuore

                                       quando passi per le vie
                                fai sorridere anche le arpie

                            ai giovanotti la testa fai girare
                e almeno una volta ti vorrebbero guidare

                       i bambini a bocca aperta fai restare
                                     e ti vogliono toccare

                            i nonnini ti salutano con il cappello
                               e come un improvviso campanello
                      tornano alla memoria  i giorni di gloria
                                  quando felici scorrazzavano
                                          con te cara macchinina
                        a fianco della loro bella  fidanzatina

                                      le signore incipriate
                                         ti ammirano beate

             il prete serioso ti invia un pensiero affettuoso
           e il sindaco con il tricolore ti guida con furore

         il contadino che miete il grano ti  saluta con la mano

                         insomma tu  meravigliosa macchinina
                                     sei ancora giovane e carina
                perche’ non  hai  ancora  acciacchi e affanni
                    nonostante i tuoi gloriosi cinquant’anni
                              anzi con vigore e determinazione 
         ti farai guidare  pure dalla prossima  generazione 


                        Rossi Mara - Granaglione (BO)

La cinquecento


                                         Cara cinquina mia
                                       sei la mia simpatia
                          e anche se ora sei vecchia e logorata
                           a casa con te ci sono sempre tornata
                                 e l’orgoglio per la tua dinastia
                          mi porta a scriverti questa mia poesia
                                    dopo di te 10, 100, 1000 
                                  nuove macchine sono nate
                           ma non sono e non saranno mai
                                      come te fortunate
                                    perche’ non sono nate
                             cosi’ forti e ben carrozzate

          
         Rossi Mara
        Granaglione (BO)

                                        AL MARE CON LA 500

 

 

                                               Se al mare vuoi andare

                                                     con calma, senza volare

                                       la tua vecchia 500 devi guidare

                            così i limiti di velocità eviterai di superare

                                 e risparmierai le multe tanto amare

 

                 In autostrada se il sole ti arroventa e inizia  la sudorazione             

                               perché a bordo non c’è il condizionatore

                                     devi ovviare aprendo la cappotta

                               così prima che la tua pelle venga cotta

                                         il vento dentro potrà entrare

                                e tu bello fresco al mare potrai arrivare

 

                                     Quando poi alla spiaggia giungerai

                           di sicuro il problema del parcheggio non avrai

                             e quelli con i suv ti guarderanno esterrefatti

                           perché loro stanno girando a vuoto come matti

 

                     Così in poco tempo potrai sdraiarti sotto l’ombrellone

                       e poi fra un bagno, un gelato e un tiro ad un pallone

                                   ti prenderai pure una bella tintarella

                     che dagli amici verrà notata ed un po' anche invidiata

 

                   Giunta poi l’ora del rientro senza guai a casa tornerai

                                          a bordo della tua fedele 500

                             che ti accompagna anche nel divertimento

 

 

                                                                                              MARA ROSSI

                                                                                             Granaglione (BO)

                         RADUNO FIAT 500 A MONTAIONE – 21.04.2013

                                                      

                          Piano, non spingete, non sorpassate,

non fate confusione,

prima o poi

arriveremo tutti a Montaione !!!

 

Lo so, lo so che è un raduno molto importante

e come un fedele amante

ciascuno ha premura

perché ha paura

di non arrivare in tempo all'appuntamento

con la mitica cinquecento.

 

Montaione, paese bello

e buono come il pane

ti offre solo cose sane

e ama essere invaso

dalle nostre vecchie macchinine

perché sono semplici e carine.

 

Mentre tacciono i motori

facciamo ora i complimenti agli organizzatori

che per noi realizzano con passione

giri interessanti,

sorprese esilaranti,

pranzi appetitosi

e gadget strepitosi.

 

Grazie Club  Valdelsa

 

 
                               MARA ROSSI

 L’ITALIA E LA 500

 

Terra di famosi scultori, pittori, musicisti, inventori.

Di grandi eroi che nel risorgimento

con ardore e sentimento

scacciarono il rivale

per ricucire lo stivale.

Passarono i lustri

e altri personaggi illustri

nel ‘900

diedero vita a nuove grandi invenzioni

che ancora oggi regalano emozioni

fra cui un’autovettura storica e preziosa

ideata dall’ingegner Giacosa.

Questa mitica, piccola cinquecento

ha dimostrato a tutti di essere un portento

perché anche nel terzo millennio

romba ancora forte il suo motore

mentre sfreccia via con furore.

 

W la 500

W la Romagna

4 AGOSTO 2013           - LE 500 IN GARFAGNANA

 

Dopo i giorni caldi della settimana

oggi finalmente siamo qui in Garfagnana

dove si respira aria fresca e sana

 

Stamani

come tante formichine

le nostre vecchie macchinine

a Castelnuovo sono arrivate

dove poi si son fermate

per l’incontro ufficiale

di questo raduno assai speciale


Dopo lo scambio dei saluti e la consumazione

di una lauta colazione

abbiamo riavviato il motore

per seguire l’esperto organizzatore

che aveva già programmato

un giro turistico mozzafiato

nella stupenda vallata dal Serchio baciata

e dalle Apuane cullata

 

In mezzo a questo paradiso della natura

l’appetito è aumentato a dismisura

fino a che l’abbiamo placato

gustando prelibatezze per il palato

Abbiamo pranzato

a Careggine presso il Rufugio la Baita

Località Formica

dove i sapori hanno una tradizione antica

e la cordialità t’infonde serenità

 

Ora per cortesia è doveroso

alzarsi in piedi

e fare un applauso caloroso

al grande Paolo

che ha reso questa giornata

esaltante e spensierata

e anche il tempo (caldo e soleggiato)

gli ha restituito ciò

che l’anno scorso non gli aveva dato

 

                                                                                                          Mara Rossi

 

Se ti và lascia un segno del tuo passaggio

Popolarità

...........Registro Fiat

</body

            Contattaci

Posta certificata
Posta certificata
Contatore siti
width="126"

Acquista le nostre scarpe